cimice dei letti

Cimice dei letti: i 10 falsi miti da sfatare su questo terribile parassita dell’uomo

La cimice dei letti è uno dei parassiti più diffusi in questi ultimi anni e quello più difficile da eradicare. Per questo sono sorti nel corso del tempo tanti falsi miti. In questi casi bisogna stare veramente attenti. Commettere il fatale errore e affidarsi ad uno o più di questi falsi miti potrebbe compromettere seriamente la risoluzione di una infestazione e farti spendere soldi senza ottenere niente.

Ho deciso quindi di fare il punto della situazione sui 10 falsi miti più diffusi sulla cimice dei letti. Avrai così la possibilità di non commettere gli errori che normalmente compiono le persone che non sanno quello che saprai tu se continuerai a leggere.

INIZIAMO

1) Entrando in una camera fortemente infestata non si sente l’odore delle cimici

In molti siti viene riportata la falsa credenza che in una camera fortemente infestata non si possa avvertire l’odore delle cimici. Questo perché le cimici emettono solo un feromone di allarme quando sono infastidite.

Ovviamente tutto FALSO. Le cimici dei letti, come molti insetti sociali, emettono due tipi di feromoni:

-Feromoni di aggregazione;

-Feromone di allarme;

Il feromone di aggregazione viene continuamente rilasciato nel tempo da ogni stadio vitale, compresi quelli giovanili (ninfe o neanidi). Questo permette a tutte le cimici di rimanere aggregate e di poter ritornare facilmente al luogo di aggregazione (focolaio di sviluppo) dopo aver compiuto il pasto di sangue sull’ospite.

Quindi in un ambiente fortemente infestato una persona che conosce l’odore delle cimici dei letti può avvertirne benissimo l’odore. A me è successo diverse volte, solo però in ambienti fortemente infestati.  È ovvio che bisogna conoscere l’odore per poterlo avvertire in un ambiente.

Il feromone di allarme invece viene emesso quando le cimici si sentono minacciate da qualcosa. È curioso notare che i due feromoni sono costituiti dalla stessa miscela di sostanze chimiche: una decina di molecole diverse, prevalentemente di natura aldeidica. Quando emesse a basse concentrazioni hanno una funzione aggregante, quando invece sono emesse ad elevate concentrazioni hanno una funzione di allarme.

2) Le cimici si eliminano solo attraverso l’utilizzo di insetticidi

Le cimici dei letti hanno sviluppato nel corso del tempo una resistenza nei confronti di tutti gli insetticidi oggi disponibili in commercio (piretroidi, organofosforici, carbammati, neonicotinoidi). Per “Resistenza” intendo la capacità acquisita dalle cimici di non morire se vengono in contatto con insetticidi. Se vuoi sapere perché le cimici sono resistenti agli insetticidi clicca QUI.

Inoltre gli insetticidi non agiscono sulle uova. Quindi l’utilizzo di questi prodotti tossici non garantisce per niente l’eliminazione delle cimici. Anzi, il terribile risultato è che le cimici infastidite da questi trattamenti cominciano a disperdersi in modo puntiforme nell’ambiente complicando enormemente i successivi interventi riparatori. Trattamenti che non risolveranno il problema. E ti faranno spendere tempo e denaro invano.

3) Le cimici si eliminano attraverso l’ozono

Molti imprenditori disonesti stanno spacciando la sanificazione ambientale con ozono come il metodo di elezione per eliminare le cimici e prevenire in un ambiente le infestazioni. Purtroppo l’ozono non funziona contro le cimici. Ne abbiamo già parlato in modo approfondito in QUESTO articolo. Fondamentalmente per tre motivi:

– Scarso potere di infiltrazione in anfratti o fessure dove si annidano le cimici;

– Incapacità di ottenere una concentrazione elevata e una diffusione omogenea della molecola in una camera.

– La molecola di ozono è altamente tossica e estremamente pericolosa per l’uomo.

Perciò attenzione, finché si tratta di diminuire cattivi odori l’ozono può andar bene se usato con le dovute cautele e moderazione. Per altri scopi l’ozono rischia di arrecare seri danni solo alle persone che frequentano un albergo.

4) Le cimici diffondono solo in ambienti con molta sporcizia

La diffusione della cimice dei letti da un ambiente infestato ad uno indenne è un semplice evento statistico. Le cimici sono portate da persone che viaggiano molto (per lavoro o tempo libero). Queste persone dormono in un ambiente infestato. Durante la notte le cimici escono per nutrirsi del loro sangue e poi si nascondo in vestiti o bagagli. Le cimici sono così trasportate in un nuovo ambiente che può essere un altro albergo o casa propria. Quindi non è un problema legato a sporcizia ma solo ad ambienti molto frequentati da viaggiatori: che siano bettole o alberghi di lusso. Le cimici sono un insetto molto democratico.

5) Le cimici dei letti sono portate dagli animali domestici come i cani

Le cimici sono degli ectoparassiti temporanei dell’uomo. Significa che parassitano la superficie esterna del corpo e lo fanno solo temporaneamente. Quindi non rimangono attaccate come le zecche dure. Inoltre sono parassiti tipici dell’uomo. Quindi i cani non possono in nessun modo portare le cimici in un nuovo ambiente. Sono semmai i loro proprietari che portano le cimici nei loro vestiti o bagagli per i motivi che abbiamo già spiegato prima.

6) Le cimici dei letti saltano o volano

Ebbene si. Se ne sentono di tutti i colori su questo parassita dell’uomo. Mi è capitato di sentire da disinfestatori questa cosa del tutto assurda e priva di qualsiasi fondamento. Le cimici non hanno ali funzionali, ma solo abbozzi (detti emielitre). Per cui non sono assolutamente in grado di volare. Inoltre non saltano come le pulci.

7) Utilizzare trappole passive per prevenire le infestazioni

Purtroppo le trappole passive non funzionano. Ne abbiamo già parlato QUI. Queste trappole sono fatte di carta e simulano uno dei tanti nascondigli che in cui le cimici possono nascondersi. Peccato che in un qualsiasi ambiente ci sono centinaia fino a migliaia di posti simili in cui le cimici si possono nascondersi.

Per una questione di semplice probabilità statistica la probabilità che le cimici in una prima fase possano nascondersi proprio in una di queste trappole è estremamente bassa. Le trappole cominciano a funzionare quando il numero delle cimici in un ambiente è così elevato che non c’è neanche bisogno di usare le trappole per rilevare un infestazione in atto. Per cui semplificando: SOLDI BUTTATI.

8) Polveri di diatomee

Le polveri di diatomee sono polveri a base di silicio. Ti dice niente il termine “SILICOSI”? Per maggiori info ti consiglio  di cliccare QUI. Le polveri di diatomee hanno in laboratorio una certa efficacia nel tempo e agiscono solo per contatto diretto. In un ambiente complesso come quello di una camera d’albergo non è possibile utilizzare queste polveri per 2 motivi:

1) Sono pericolose per l’uomo;

2) Non è possibile applicare le diatomee in tutti gli oggetti di un ambiente, per cui c’è sempre la possibilità che una parte delle cimici non venga raggiunta da queste polveri;

9) Le cimici trasmettono malattie infettive

Su questo mito bisogna stare attenti. Le cimici dei letti non trasmettono malattie infettive virali: quali Epatite virale, HIV. Tuttavia è stata accertata la “Competenza Vettoriale” per la trasmissione del Trypanosoma cruzi, un tripanosoma agente infettivo della malattia di Chagas. Per competenza vettoriale si intende la capacità in laboratorio di trasmettere la malattia da un topino infetto a uno sano. Questo significa che “potenzialmente” la cimice è in grado di trasmettere questo agente infettivo. Ciononostante la potenzialità a volte non basta a determinare la trasmissione in natura di un agente infettivo. Per cui per quanto riguarda questo falso mito possiamo rispondere in generale che la cimice dei letti non trasmette malattie infettive. In futuro però potrebbe essere dimostrata la capacità della cimice di trasmettere il Morbo di Chagas.

10) Prodotti naturali contro le cimici dei letti

La cimice dei letti è senza dubbio il parassita/infestante più resistente e difficile da eradicare. Le cimici hanno sviluppato una resistenza formidabile a insetticidi tossici che normalmente ucciderebbero qualunque altro insetto. Secondo te potrebbero essere sufficienti dei rimedi a base di prodotti naturali per eliminarla? Non scherziamo. Ne abbiamo già parlato in QUESTO articolo.

Abbiamo parlato dei 10 falsi miti da sfatare sulla cimice dei letti. Abbiamo capito insieme che nella lotta contro questo parassita dell’uomo non possiamo improvvisare.

Dobbiamo per forza affidarci a persone estremamente competenti per eliminare definitivamente questo insetto dalla nostra vita.

Se vuoi approfondire le tue conoscenze sulla cimice dei letti abbiamo a disposizione per te una GUIDA GRATUITA SULA CIMICE DEI LETTI che puoi scaricare cliccando QUI.

Se invece preferisci parlare con il nostro Specialista sulle cimici puoi contattare il nostro

O scriverci alla seguente mail: info@glispecialistidelladisinfestazione.com

A presto!

Paolo

Facebookgoogle_plusredditmail