cattedrale otranto

Perché bisogna eliminare i tarli dai nostri preziosi beni artistici

Eliminare i tarli che infestano i nostri beni artistici. Una’operazione che andrebbe svolta con la massima serietà. Questo perché i tarli possono rovinare e compromettere la stabilità di opere d’arte di inestimabile valore. Trascurare le opere lignee del nostro patrimonio artistico e architettonico può portare a conseguenze catastrofiche.

Fortunatamente, nel caso della Cattedrale di Otranto, si è riusciti ad evitare il disastro. L’articolo che ne parla potete leggerlo QUI.

I tarli presenti nella struttura lignea della Cattedrale avevano causato un enorme degrado (capriate, travi, ecc). Fortunatamente si sono accorti in tempo della problematica. Adesso stanno provvedendo ad i relativi lavori di consolidamento e disinfestazione. La Basilica Cattedrale di Otranto sarà chiusa al pubblico per consentire tutti questi lavori.

Perché i tarli danneggiano le strutture lignee? I tarli, al pari delle termiti, sono degli insetti xilofagi, cioè si nutrono di legno. Esistono moltissimi tipi di tarli, ma sicuramente i più diffusi sono essenzialmente 3:

Anobidi, lictidi e cerambicidi.

In realtà non sono gli adulti a nutrirsi del legno, ma gli stadi giovanili (larve).

Eliminare i tarli dalle strutture lignee per proteggerle quindi. Ma come? Come potrai immaginare non è affatto semplice eliminare i tarli del legno. Questo perché le larve xilofaghe scavano gallerie all’interno della matrice lignea. Quindi sono difficilmente attaccabili dall’esterno.

Ecco perché tutti i metodi fai da te e le classiche siringature e spennellature non risolvono il problema. Completamente inutili sono anche le cosiddette bombe o fumigazioni con insetticidi tossici.

Tutti questi metodi non riescono a penetrare nelle profondità del legno per ragiungere i tarli al suo interno.

Le siringature, poi, sono concettualmente del tutto inutili a priori. Questo perché i buchini che si vedono sulla superficie del legno sono i fori di sfarfallamento. Da lì è fuoriuscito il tarlo adulto per sfarfallare all’esterno.

Le larve, infatti, penetrano all’interno del legno sfruttando microscopiche venature della superficie lignea. Provengono tutte da uova deposte dagli adulti sulla superficie esterna del legno. Il primo stadio larvae è microscopico. Mutando allo stadio successivo aumenta sempre di più le proprie dimensioni. Finché non ragiunge le dimensioni dell’ultimo stadio larvale. Questo scava il legno avvicinandosi alla superficie esterna. Nelle immediate vicinanze della superfice si impupa, subito al di sotto della superficie. Dalla pupa fuoriesce l’adulto che rode l’ultimo strato di finisssimo di superficie lignea per fuoriouscire allo scoperto.

Molti dei nostri lavori riguardano proprio le parti lignee di opere artistiche o monumenti artisitici e religiosi. In questi casi è estremamente importante eliminare i tarli in modo definitivo. Le metodiche che ci garantiscono al 100% l’eliminazione dell’infestazione sono di due tipi.

1- Trattamento ad atmosfera modificata, tramite la tecnologia di nostra invenzione Kill Box System. Da applicare su strutture lignee mobili (comodini, librerie, tavoli, sedie, ecc);

2- Trattamento mediante micoronde, tramite la nostra tecnologia Micronwood. Da applicare su strutture lignee amovibili e quindi fisse (travi, parquet e boiseries).

 

Il Kill Box System  sfrutta il principio dell’anossia. Ovvero si inseriscono i mobili all’interno di una bolla in PVC. Si toglie l’aria e si immette anidride carbonica, fino a saturazione. La temperatura è innalzata e controllata. Si mantiene il tutto per circa 20 giorni. Alla fine di questo periodfo tutti i tarli di tutti gli stadi vitali sono morti.

Micronwood, invece, è un sistema di erogazione di microonde. Queste permettono di scaldare il legno oltre la temperatura letale e di eliminare i tarli a tutti gli stadi vitali.

Entrambe queste metodiche:

  • Sono efficaci al 100% e in virtù di ciò rilasciamo una garanzia di 3 anni sull’intervento;
  • Sono ecologiche;
  • Non fanno rumore e non sporcano;
  • Non ti costringono ad abbandonare la tua abitazione (si applicano direttamente a casa tua);

E’ anche molto importante proteggere il legno dalle nuove infestazioni. Per questo in tutti i nostri lavori utilizziamo con grande successo Xilix gel anti tarlo (vecchio Sarp gel). Si tratta di un gel insetticida auto-penetrante, con un potere di penetrazione eccellente. Garantisce cioè di arrivare al cuore del legno, cosa che sarebbe impossibile con i normali insetticidi liquidi.

Se vuoi saperne di più su Xilix gel ti consiglio di visionare questo video:

 

Spero di averti dato sufficienti informazioni per orientarti sul modo migliore per eliminare i tarli del legno.

Se vuoi approfondire maggiormente l’argomento l’argomento ti consiglio di scaricarti la nostra GUIDA GRATUITA SUI TARLI.

Puoi anche parlare direttamente con un nostro specialista che risponderà direttamente a tutte le tue domande in merito. Basta chiamare il nostro numero verde nazionale

Puoi anche scriverci al seguente indirizzo di posta elettronica: info@glispecialistidelladisinfestazione.com

A presto

Facebookgoogle_plusredditmail