800 92 61 62

acaro-tarlo

Acaro Pyemotes: l’acaro del tarlo del legno che punge l’uomo. Scopri come eliminarlo definitivamente

L’acaro Pyemotes, comunemente conosciuto come “acaro del tarlo” è uno dei principali responsabili delle punture nell’uomo che provocano un intenso prurito. Nonostante la sua dimensione, l’acaro Pyemotes può causare gravi problemi dermatologici.

Ma c’è una soluzione definitiva per eliminarlo. Scopriamolo insieme.

Acaro Pyemotes: cos’è?

L’acaro Pyemotes è un piccolo parassita della larva del tarlo, infatti questo acaro vive proprio sulla larva del tarlo. È microscopico, misurando appena 200 micron, ovvero 0.2 mm, il che lo rende praticamente invisibile ad occhio nudo. Il suo corpo ha una forma simile a quella di un chicco di riso.

Il ciclo riproduttivo dell’acaro Pyemotes è alquanto particolare.

La femmina di Pyemotes è in grado di sviluppare i giovani acari nell’utero, situato nel suo addome, che diventa enorme, contenendo fino a 400 embrioni. L’acaro si sviluppa all’interno dell’addome della madre fino a raggiungere la fase adulta, dopodiché viene partorito. Nascono soprattutto femmine, solo l’1% sono maschi. Questi ultimi vengono partoriti per primi e si posizionano vicino all’apertura genitale, attendendo le femmine che, non appena nate, vengono fecondate, pronte a continuare un nuovo ciclo.

Acari Pyemotes: perché sono pericolosi?

Gli acari Pyemotes sono considerati pericolosi principalmente a causa delle loro punture che possono causare reazioni cutanee nell’uomo. Queste reazioni possono variare da lieve arrossamento e prurito a gravi reazioni allergiche.

Nello specifico, le femmine di Pyemotes, in cerca di larve di tarlo per insediarvisi e nutrirsene, si spostano rapidamente e invadono l’intero ambiente circostante. Non si fermano all’interno delle gallerie scavate nel legno, ma si spargono all’esterno, contaminando l’ambiente, e dunque anche i vestiti riposti vicino al legno. È in questo momento che entrano in contatto con l’uomo e lo pungono ripetutamente. Questo comporta lo sviluppo di una dermatite allergica.

Le punture dell’acaro Pyemotes appaiono come bolle o ponfi di colore rosso, con una chiazza bianca al centro e in rilievo.

Cosa succede se si viene punti da un acaro Pyemotes?

Se si viene punti da un acaro Pyemotes, il sito della puntura solitamente sviluppa una reazione cutanea. Questa reazione può variare da persona a persona, ma comunemente include i seguenti sintomi:

  • Arrossamento e gonfiore;
  • Prurito intenso;
  • Vesciche o ponfi;
  • Dermatite allergica.

In particolare, se abbiamo un’infestazione di tarli, potremmo trovarci con un’ampia popolazione di acari, che aumenta esponenzialmente mese dopo mese, anno dopo anno. Questo è il motivo per cui potremmo ritrovarci, a un certo punto, con numerose punture sul corpo.

Come eliminare gli acari Pyemotes?

Per affrontare efficacemente il problema degli acari Pymotes, è fondamentale identificarli con precisione attraverso un’analisi ambientale che ci permetta di isolare il parassita che ci sta causando le punture.

Una volta individuata la causa del problema, sarà possibile adottare le misure necessarie per eliminarli definitivamente. Nel caso di Pyemotes dobbiamo eliminare l’infestazione da tarlo perché è la larva del tarlo quella che permette all’acaro di nutrirsi e riprodursi. Non è possibile avere un’infestazione di Pyemotos senza un’infestazione da tarlo del legno. Dunque, è consigliabile consultare uno specialista o contattare un servizio professionale per ottenere assistenza e consigli specifici.

Vuoi eliminare definitivamente gli acari Pyemotes? Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guide gratuite

HAI UN INSETTO
CHE TI TORMENTA?

Clicca sul bottone qui sotto e scarica GRATIS le nostre GUIDE GRATUITE specifiche per ciascun insetto e scopri come eliminare in modo definitivo il problema.

parliamo di
Ultimi articoli pubblicati
visti in TV
i nostri canali social